Quien soy ?

    Parole, scritte, parlate, colorate, cantate
Da sempre  amatissime, si, amo ascoltare, amo parlare, amo giocarci.
Insomma, amo questo mezzo per comunicare, e quando non potendo
fare diversamente, ho iniziato a riflettere  su cosa rappresentavano
 realmente, alcune di loro, nella quotidianità che stavo vivendo 
Scrivendo le riflessioni intime e sincere, non ho più smesso.
Ricordo la prima parola scelta fu Lontananza, mi ero trasferita
per lavoro in un altro emisfero, volevo chiarirmi se era una  scelta
 per ampliare la conoscenza o una fuga dalla realtà che vivevo.
 Iniziai il mio viaggio nelle parole.
Mai viaggio mi fu più utile,  verificavo scrivendo le mie riflessioni,
quando potevo e dove potevo.
Studiavo  ricercavo confronti per chiarirmi, ed in molti casi ho mutato il mio atteggiamento.
Vi consiglio di sperimentare, prendete una delle parole, e iniziate ad analizzare
il vostro comportamento, scrivete anche le critiche su quanto scoprite,
quanto poi sia distante quello che pensiamo in astratto, da quanto realmente  pratichiamo.
Noi siamo per genetica, per educazione, per cultura, per quotidianità, la somma di tante azioni,
 analizzando le parole, possiamo verificare sinceramente tutto quel che siamo,
iniziamo finalmente a conoscerci.
Io,francamente, ho scoperto che poi non mi piacevo molto.
Mi sentivo come una bella facciata, con il niente dietro.
Ho acquisito la consapevolezza del dover giorno dopo giorno,costruirmi, o almeno restaurarmi.
Più proseguivo il viaggio più diventavo consapevole che in fondo ero una quasi perfetta sconosciuta a me stessa.
Perché consiglio a tutti di farla questa esperienza?
Perché è comunque un viaggio interessante, risparmiate qualche seduta di psicoanalisi, e vi aiutate ad amarvi.
Già perché il problema è quanto veramente ci amiamo,o quanto invece crediamo di amarci.
Buon lavoro, e……buon viaggio.



Nessun commento:

love femminismo

love femminismo
email: donnevogabonde@gmail.com