Pensieri razionali

    Questa filastrocca, infantile, ovviamente, la ripeto con allegria mentre rifletto sulle tante paure,
     che ho avuto o ho acquisito, e contro le quali comunque continuo a lottare.
     Una delle paure più diffuse,il cambiamento, invece non è mai stata presente nella mia vita.
      Forse i geni dei miei antenati pecorai nomadi, o più aristocraticamente pastori nomadi, mescolato
      ai geni dei banditi ( accertato storicamente ) che compongono il mio corredo genetico, sono
     ostili alla sedentarietà. Io sono insieme ai mie numerosi parenti la prima generazione stanziale.
     Mentre tutti godono del piacere della stabilità delle loro case, e al massimo hanno cambiato 
     quartiere, io non riesco a vivere nello stesso luogo, i cambiamenti della mia vita.
     Il luogo geografico ( Paese ), il luogo topografico, ( la casa ) mi diventano inadatti alle mie esi-
     genze. Puntualmente come se fossi sposata con la mia realtà, intorno ai 7 anni inizia puntualmente
     la crisi, e comunque cerchi di trasformarla, finisco inevitabilmente con l'andare.
     Avrò forse anche la genetiche del navigante, ma qualunque cosa faccia, alla fine debbo andare.
     Non perchè sono insodisfatta della mia quotidianità, ma perchè anche con  il luogo dove vivo ho
     sempre un rapporto intenso, amoroso, curioso,godereccio.
     Sento invece, esaurito il rapporto, come se non potessimo più scambiarci niente, e quindi inizio
     a cercarmi l'altrove........ da scoprire,  amare,  conoscere, e ricomincio, spesso inventandomi an-
     che un nuovo lavoro. Questo mi è  sicuramente facilitato dal fatto che non ho avuto figli, ma sono
     comunque convinta, che mi sarei forse mossa meno, ma che comunque, io sarei andata.

Nessun commento:

love femminismo

love femminismo
email: donnevogabonde@gmail.com